Jquery e le funzioni random per generare modifiche strutturali agli elementi del DOM

Curiosa la genesi degli orrori negli scacchi, si introspettisce (accademia della crusca DOVE SEI?) web developer Umbria. Nella posizione del diagramma,partita Zanelu Zarcula giocata a Bucarest nel 1968 il bianco stava troppo bene e aveva troppe possibilità per vincere tipo Ce7 oppure Ch6 ma troppa scelta porta al collasso perché il bianco decise di concludere in maniera spettacolare con Txf7 idea Ch6 andando incontro a un boomerang folgorante basato su 1..Dc5!! 2 Dc5 Td1!! e adesso si vede l’idea primordiale forzare la patta per stallo dopo la successiva Tb1. Ma perché si fanno questi erroracci? Tracotanza, istinto di potenza represso, perdita di aderenza e umiltà con la realtà? Ando sta il problema si chiede web developer Umbria. No problem se conosci JQuery molti problemi si risolverebbero persino i conflitti con altri framework presente nello stesso documento possono essere aggirati con espedienti propri del dio JQuery più potenze di qualsiasi invenzione reale (almeno questa tecnologia serve e qualcosa fa). Nell esempio http://www.farwebdesign.com/jquery/scrivere.html assistiamo a una manipolazione diretta del DOM dove il pulsante si presuppone avere un nome identificativo che viene contrassegnato poi dalla funzione JQ per scatenare un evento in cui lo sfondo del DIV viene colorato con una funzione generatrice di colori casuali. Ma quante righe servono per creare questo effetto che modifica il contesto esistenziale dell’ elemento button? Poche come può testimoniare lo studente di Umbriaway Consulting! Jquery ha numerosi metodi per costruire le sue funzioni dento le funzioni può appendere, addizionare classi, scatenare eventi specifici che mettono in moto azioni tipo metodi on per esempio che potrebbe generare un messaggio di warning. Ma dove vai se JQ non ce lo hai al massimo puoi fare solo mosse come Torre mangia f7 di cui sopra. A volte le cose ce le hai sotto il naso e non le vedi. E’ il caso per esempio della Marshall Ed Lasker nel loro match del 1923 dove a un certo punto il bianco diede prova di oblio conclamato multiplo in quanto nella posizione del diagramma giocò 28 Cb5+? Rb7 29 Cd6+ Rb8 30 De7? vincendo solo molte mosse dopo quando la semplice (semplice per chi?) 28 Cc4+!! Dc7 29 Cb6!! ma quindi l’errore é sempre in agguato? Seguro l’importante é continuare a studiare JQuery che male non fa in assenza dei proprietari cinesi che fagocitano nuovi grandi maestri a suon di allenamenti intensivi sul modello Inter o Milan.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...